Cerca in questo blog...

venerdì 8 luglio 2011

La Pietra del Sol - Riproduzione con CNC su vetro sintetico


Innanzitutto cerchiamo di capire e conoscere la storia di questo meraviglioso monolite. "La Piedra del Sol ("Pietra del sole"), è un monolite azteco, conservata al Museo nazionale di antropologia di Città del Messico, è detta anche "pietra di Tenochtitlan". Ha forma circolare, misura circa 3,60 metri di diametro e pesa 25 tonnellate. Fu ritrovata il 17 dicembre 1790 presso il lato sud nella piazza principale di Città del Messico ("Zocalo"), vicino al Palazzo Nazionale. Precedentemente, il 13 luglio dello stesso anno, era stata portato alla luce un altro monolito, la Coatlicue Maxima, dedicata alla divinità della Terra. Il 27 giugno 1964 la Piedra del Sol è stata trasferita definitivamente nella Sala Mexica del Museo Nazionale di antropologia. Scolpito in un blocco di basalto olivino, il monolito secondo la cronaca scritta da Hernando Alvarado Tezozomoc, proviene dalla Sierra di Cuyuacan ed è stato trasportato da migliaia di indios a turno con l'utilizzo di grosse funi, carrelli e chiatte per farlo scivolare sia sul terreno che sull'acqua. Gli Aztechi infatti non conoscevano l'uso della ruota. La Piedra del Sol fu scolpita utilizzando esclusivamente attrezzi di selce molto affilati da un artista chiamato Técpatl durante il regno di Axayacatl (1469-1481). In origine era probabilmente dipinta, con colori fortemente simbolici tratti da elementi naturali, soprattutto il giallo ocra ed il rosso, simbolo del sangue. Alcune parti però rimasero grezze per consentire alle componenti cristalline della pietra stessa di brillare sotto i raggi del sole, in sintonia con il volto centrale del dio. La Piedra del Sol è costituita da una serie di cerchi concentrici che rappresentano vari elementi della cosmologia e della teologia azteca.... continua... (Fonte Wikipedia) "


Meravigliato quindi dalla storia e dalla bellezza di quest'oggetto, ho deciso di tentarne la sua riproduzione su un pannello di vetro sintetico (polistirolo) trasparente (di quelli in vendita nei comuni negozi di fai da te) avente una dimensione di circa 34cm x 34cm, e naturalmente, per la sua realizzazione, ho utilizzato il mio pantografo a controllo numerico computerizzato. E' la prima volta che lavoro questo materiale, ed infatti ho incontrato molte difficoltà poichè si deve trovare il giusto compromesso tra velocità del mandrino e velocità di avanzamento della fresa altrimenti si rischia o di frantumare il materiale lavorato o di fonderlo rompendo di conseguenza la fresa/bulino. Alla fine il risultato è quello che vedete in tutte le foto pubblicate. Purtroppo poco prima di finire il lavoro ho avuto un problema con la Fresa CNC, che mi ha in parte rovinato il bordo superiore dell'oggetto... si, mi sono parecchio incazzato!






Le foto ritraggono il lavoro, in diverse condizione di luce al fine di evidenziare come questo materiale si mostra diversamente al variare di tali condizioni. Peccato averlo rovinato proprio un secondo prima di avere finito il lavoro... ma non sarà certo questo a scoraggiarmi!

Alcuni dati tecnici della lavorazione:
  • Misure: diametro 30 cm circa
  • Finitura: Bulino a punta 45°
  • Profondità di incisione: 0.3mm due passate
  • Velocità incisione: 1500mm/min
  • Taglio circonferenza: Fresa 3mm con 3 passate da 1mm
  • Lubrificazione: Emulsione di WD-40 con acqua
  • Tempo di lavorazione totale: 5 ore di lavorazione
  • Rifinitura: a mano con pennello a setole corte e WD-40 per pulire la superfice.

3 commenti:

  1. Bellissimo lavoro !!!!
    Sto provando anche io a fare qualcosa di simile, ma non sono ancora
    troppo pratico nel generare il file GCODE della lavorazione
    e non so nemmeno come conviene procedere... Non so se partire da una immagine e poi convertirla in GCODE utilizzando un bulino a V oppure cercare in rete un file gcode pronto per l' uso.
    Consigli ? Pareri ?
    Anche quando chiedo nei forum sembra esista una sorta di religioso segreto come se si dovesse proteggere il sacro GRAL...
    Francesco.
    mail = mandrillo69@hotmail.com
    Grazie per eventuali risposte...

    RispondiElimina
  2. Grazie Francesco, io ho utilizzato Artcam per generare il Gcode partendo da un disegno CAD. Cercare Gcode pronti all'uso non conviene mai poichè ognuno ha una macchina diversa e il pezzo da lavorare può essere diverso per dimensioni, posizione sul piano, spessore e materiale. Prova su Forum CNC, ho imparato molto da li ;)

    RispondiElimina